Sport
 

Le scommesse più celebri nella storia del betting

Il gioco d'azzardo è uno dei passatempi preferiti dagli utenti di ogni età e di tutte le estrazioni sociali. Ma ci sono scommesse da passatempo e scommesse da record. Sono molte le storie delle scommesse più vincenti od, in alcuni casi, più strane del mondo del betting. Nel 2019, per esempio, è divenuta famosa la storia di un tifoso che, in occasione di una partita casalinga del Napoli, avrebbe vinto decine di euro scommettendo su di un fatto insolito. Non si scommetteva, infatti, né sul risultato né sulla prestazione di un giocatore ma, bensì, sulla temperatura interna del campo.

In questo articolo si andranno a scoprire le scommesse più celebri nella storia del betting sportivo. Alcune di queste saranno davvero strabilianti mentre altre saranno "solo" degli enormi casi di fortuna senza fine di questi utenti che sono entrati nella storia delle scommesse.

Il guru delle scommesse di Pozzuoli

Quanti, tra gli scommettitori, hanno un proprio punto di riferimento, un proprio amico o parente che "le azzecca tutte". A quanto pare, a Pozzuoli ve n'era uno di questi santoni del betting. Il suo nome non verrà rivelato ma si trattava di un quarantenne avvezzo, ormai, alla pratica della scommessa. Il suo ambito di scommessa preferito era uno, il più famoso e conosciuto: il calcio. In modo straordinario, l'uomo riusciva ad indovinare quasi tutti i pronostici diventando una fonte di eterna conoscenza e felicità per i propri compaesani. La gallina d'oro del calcio decise, però, di sfornare il suo uovo più grande.

Per questo motivo, l'uomo si recò in ricevitoria e giocò 10 schedine da 20 euro. Ogni schedina valeva circa 1000 euro, decina in più decina in meno. Il risultato fu strabiliante. L'uomo, infatti, vinse tutte e 10 le schedine ottenendo una vincita totale di circa 118 mila euro. Una cifra straordinaria e davvero strabiliante.

Sogni d'oro

C'è qualcuno che, quando non riesce a dormire, conta le pecore, chi guarda la tv e chi, invece, si alza e cammina. Cammina, cammina dove si arriva? Ovvio, al casinò! E' questa la storia di un norvegese che, alzatosi nel bel mezzo della notte arrivò in un casinò locale e decise di giocarvici qualche corona in slot machine e simili. Il giovane era piagato da questa malattia che lo teneva sveglio da giorni ormai.

Ad una di queste slot machine, però, i suoi sogni divennero, da quel momento in poi, giallo dorati. Giocando alla slot Mega Fortune, infatti, il giovane nordico vinse il jackpot di quasi 12 milioni di euro. Niente male per aver passato una notte in piedi.

Il sogno Leicester City

Quello del Leicester City è stato un sogno. Una squadra data nemmeno da top 10 che riesce a vincere la Premier League è qualcosa di assolutamente impossibile. Eppure, nel cuore di ogni tifoso, non si smette mai di sperare e di sognare. E' quello che ha fatto un tifoso dei Foxes inglese. Fin da quando era ragazzo puntava, infatti, un tot sulla vittoria del titolo del Leicester ma, ogni volta, la scommessa era vana.

Quell'anno, però, la Fortuna gli arrise. Con una scommessa che dava il Leicester City vincente per 5000 ad 1, il giovane puntò 50 sterline vincendone 250.000. Quando la passione ed il tifo vanno oltre ogni cosa v'è sempre una ricompensa dietro l'angolo.